SISTRI: LA PIENA APPLICAZIONE SLITTA AL 2019 (legge 205/2018 in vigore dal 01 gennaio 2018)

“Viene prorogato di un anno il termine per l’adeguamento al Sistri (Sistema informatico di controllo della tracciabilità dei rifiuti)”

È quanto viene approvato con la Legge 205/2018.

 

PRINCIPALI OBBLIGHI RELATIVI AL SISTRI ANCHE ALLA LUCE DELLA PROROGA A TUTTO IL 2018:

• Si conferma l’applicabilità del SISTRI ai SOLI RIFIUTI PERICOLOSI.

• Viene prorogato il  periodo del cosiddetto “doppio binario” (ovvero il periodo dove occorre compilare contemporaneamente sia la scheda SISTRI che il F.I.R.) fino al 31.12.2018  per i soggetti obbligati al SISTRI.

NOTA BENE:  Suddetti soggetti obbligati al SISTRI devono pertanto continuare a utilizzare (in abbinamento al SISTRI e alle relative schede – c.d. “doppio binario”) i Formulari di Identificazione Rifiuti (F.I.R.), il Registro di Carico Scarico dei Rifiuti (sul quale annotare i F.I.R.) e presentare il MUD; detti adempimenti rimangono sanzionabili ai sensi degli artt. 188, 189, 190 e 193 del D.lgs. 152/06.

• Si conferma inoltre l’obbligatorietà del SISTRI per: - enti o imprese che raccolgono o trasportano rifiuti speciali pericolosi a titolo professionale compresi i vettori esteri che effettuano trasporti di i rifiuti all’interno del territorio nazionale; - enti o imprese produttrici di rifiuti pericolosi aventi più di 10 addetti; - intermediari di rifiuti pericolosi; - i nuovi produttori che trattano o producono rifiuti pericolosi.